Insieme si può

  • 16
  •  
  •  
  •  
  •  

Nell’ incantevole ed intima cornice dei giardini della Torre del borgo di Lavagna, Sabato 1° Settembre, alle ore 21, l’Associazione culturale” l’AGORA’ di Lavagna” ha organizzato, con il patrocinio del Comune di Lavagna, l’evento a scopo benefico “INSIEME SI PUÒ”.

La professoressa e cantante lirica PIERAMARIA CIUFFARELLA  ha condotto la serata che ha visto lo scrittore FEDERICO FABBRI parlare dei libri:

– “A piedi o di rotella la vita è sempre quella”

– “L’Inferno non ha nuvole”

– “Per Sino favole”

Quest’ ultimo è una raccolta di fiabe e storie scritte appositamente da 40 autori che fanno parte del gruppo Facebook “Occhio alla penna “.

A questa antologia è maggiormente legato il progetto benefico che punta a raccogliere la somma necessaria per poter finanziare il progetto del centro riabilitativo “Il PICCOLO PRINCIPE” di Santa Sofia (FC) ad abbattere le barriere architettoniche nel paese d’origine di Federico e sede del centro.

Inoltre vuol ricordare “Sino”, un giovane volontario ed amico fraterno di FABBRI e degli ospiti del centro, scomparso prematuramente in un incidente.

Dopo questa interessante chiacchierata, sono saliti sul palco ad allietare la serata con la loro performance musicale il cantautore e musicista ROBERTO DE BASTIANI che interpretando i suoi braniha saputo regalare emozioni, descrivere sentimenti profondi ed autentici descrivendo scene d’amore, viaggi e tracce di vita vissuta nella semplicità del quotidiano e PIERO FISSORE col suo rock coinvolgente che ha interpretato al meglio cover dei grandi della musica.

Durante la serata, c’è stata la possibilità di visitare la Torre che conserva al suo interno opere del maestro scultore lavagnese FRANCESCO DALLORSO e la collezione ALLOISIO.

Dopo i drammatici fatti che hanno colpito Genova, l’Associazione culturale l’Agorà di Lavagna in accordo con lo scrittore Federico Fabbri e i musicisti Piero Fissore e Roberto De Bastiani, hanno deciso che il ricavato della serata verrà devoluto ad un’associazione del territorio individuata tra quelle che si stanno occupando degli sfollati che hanno dovuto abbandonare le loro case dopo il crollo del Ponte Morandi.

I 500 euro raccolti sono stati poi consegnati al centro di raccolta degli aiuti “Angei de Zena – Siamo tutti piastrine” che si è occupato della distribuzione dei prodotti acquistati, individuati grazie alle richieste che vengono coordinate dai volontari del centro.

Previous Image
Next Image

info heading

info content

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.